La Stevia, neotame: quali sono i nuovi dolcificanti vale la pena?

La Stevia, neotame: quali sono i nuovi dolcificanti vale la pena?Alternativa allo zucchero, dolcificanti permetterà di divertirsi mentre si sta guardando la sua linea. Due nuovi giovani sono stati recentemente autorizzati a lavorare in Francia, la stevia e neotame. Quali sono i loro vantaggi? Più che cosa portano di altri dolcificanti, di aspartame in mente?

La Stevia, o rebaudiosidi, è un dolcificante naturale estratto dalle foglie del Sud Americano pianta Stevia rebaudiana. Nuovo dal momento che recentemente autorizzato per il consumo in Francia con il decreto del 26 agosto 2009, ma comunque usato per decenni in Sud America, Giappone e Cina.

Ammessa per un periodo di due anni, la stevia è ora incluso in molti prodotti alimentari senza aggiunta di zuccheri: alcuni non-alcolica aromatizzato, bevande, bevande alcoliche, dolci e dolci e alcune zuppe o preparati. È disponibile anche in compresse o bustine, ma attenzione: alcune marche giocare sulla stevia denominazione di vendere i prodotti che contengono solo una piccola percentuale di stevia associato con altri dolcificanti.

Un potere dolcificante fino a 300 volte superiore a quello del saccarosioUn potere dolcificante fino a 300 volte superiore a quello del saccarosio

Con proprietà dolcificanti da 40 a 300 volte superiore a quello del saccarosio, la stevia è diventato l’alternativa naturale per l’aspartame.

“Questo dolcificante chimico è generalmente criticato perché i suoi effetti a lungo termine non sono noti, soprattutto se consumato in grandi quantità: no, veramente obiettivo studio è stato realizzato”, dice Virginie Balle, dietista. Mentre l’aspartame è stata usata solo dal 1980, la stevia può essere utilizzato per decenni, o anche di più, dai popoli del Sud America. “Si può vedere come una grandezza di studio. Il fatto che questo dolcificante naturale è rassicurante”, continua il dietwoman.

La Stevia è interessante per i diabetici

Secondo il lavoro di Donald A. Williamson squadra, stevia, così come l’aspartame, non aumentano il senso di fame rispetto al saccarosio. Inoltre, il consumo di questo dolcificante naturale sarebbe notevolmente ridurre il glucosio nel sangue e livelli di insulina dopo un pasto, rispetto al saccarosio o, addirittura, l’aspartame, il che lo rende utile per i pazienti diabetici. “Il suo gusto dolce senza zucchero è interessante per coloro che vogliono controllare la loro linea, ma anche per i pazienti diabetici, per esempio per i bambini che vogliono addolcire il loro yogurt naturale”, spiega il dietologo Virginie Balle.

Il gruppo di esperti Scientifici sugli Additivi Alimentari dell’Efsa (European Food Safety Agency), che ha valutato la sicurezza dei glicosidi steviolici, tra cui rebaudiosidi, stabilita la dose giornaliera accettabile (cioè, la Quantità che può essere consumato ogni giorno per tutta la vita, senza quantificabili rischio per la salute) a 4 mg per kg di peso corporeo al giorno.

Nessun rischio per la salute

Secondo un rapporto dell’OMS sugli additivi alimentari, rebaudiosidi A non è né né cancerogeni genotossici, né è legata ad eventuali effetti negativi sul sistema riproduttivo umano o lo sviluppo del bambino.

A causa della mancanza di studi sulla sua stabilità termica, l’Agenzia francese per la Sicurezza Alimentare, l’Afssa, raccomanda di non calore Rebaudiose A 100-120 ° C.

Neotame, un dolcificante chimico, ma più dolce di aspartame

Neotame anche recentemente è stato autorizzato come dolcificante dal decreto del 26 aprile 2010. Esso è formato dalla reazione di aspartame e un altro composto, 3,3-dimetil – butirraldeide.

Che cosa dà in più?

Il suo vantaggio è il suo gusto dolce, che è molto superiore a quello del saccarosio e altri dolcificanti: il potere dolcificante del neotame è di circa 7.000 a 13.000 volte superiore a quello del saccarosio e circa 30 a 60 volte superiore a quella dell’aspartame.

Il gruppo di esperti dell’EFSA sugli Additivi Alimentari ha concluso che l’uso di neotame come dolcificante non costituiscono un rischio per la salute. La dose giornaliera accettabile è di 2 mg per kg di peso corporeo al giorno.

Saperne Di PiùSaperne Di Più

– Un libro: la Stevia, il virtuoso di zucchero , Aymeric Lazarin e François Couplan, ed. Il sangue della Terra, 2009.

– Un sito di informazione sulla stevia .

Fonti:

– “Effetti della stevia, aspartame, saccarosio sull’assunzione di cibo, il senso di sazietà, e post-prandiale livelli di insulina e glucosio”, Donald A. Williamson, Stephen D. Anton et al., “Appetito”, Marzo 2010.

– “L’Efsa valuta la sicurezza dei glicosidi steviolici”.

– “La valutazione di determinati additivi alimentari”, 36 ° rapporto del WHO Expert Committee on Food Additives.

– “Neotame come dolcificante ed esaltatore di sapidità: parere del gruppo di esperti Scientifici sugli additivi alimentari, aromatizzanti, coadiuvanti tecnologici e i materiali a contatto con gli alimenti”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *